Browsed by
Tag: farmacia

STRATEGIE PER GESTIRE LO STRESS E L’ANSIA

STRATEGIE PER GESTIRE LO STRESS E L’ANSIA

MIGLIORARE LA QUALITA’ DELLA VITA CON LA PSICOLOGIA

COSA POSSIAMO FARE, PER DIMINUIRE I SINTOMI

DELLO STRESS E DELL’ ANSIA E DELLA DEPRESSIONE

 

1- MIGLIORARE LA QUALITA’ DELLA VITA

a- Massaggiare la pancia, respirazione addominale, esercizio fisico e alimentazione corretta, Diversamente dai neuroni del cervello, quelli sparsi in tutto il resto del corpo possono essere “massaggiati”, sia con il vero massaggio che stimola i corpuscoli tattili e i recettori fibro muscolari e tendinei, sia con il movimento.

Inoltre i centri nervosi viscero-addominali possono essere stimolati col respiro addominale (non toracico), come insegnano lo yoga e la mindfullness.

Avere uno stile di vita sano e una alimentazione corretta, è fondamentale per sentirsi bene ed essere in salute. Un intestino sano necessita di mantenere una flora batterica equilibrata. Come dicevano i romani “mens sana in corpore sano”.

b- Meditazione e integrazione dei conflitti Stress e ansia pesano sull’intestino e ne alterano il funzionamento ed è altrettanto vero che dieta e disordini intestinali sono collegati a variazioni dell’umore.

Insomma, nella pancia c’è un cervello che assimila e digerisce non solo il cibo, ma anche informazione ed emozioni che arrivano dall’interno (paura – preoccupazione – ansia – tristezza) – e dall’esterno.

2- TECNICHE UTILI PER LA GESTIONE DELL’ANSIA

a– Decentramento cognitivo :

Osserva i tuoi pensieri ansiosi come fossi un’altra persona che teli racconta, considerali ipotesi, non come verità. La tua mente sta provando a proteggerti da qualcosa che potrebbe accadere, ma solo perché è possibile che una cosa accada non vuol dire che succederà.

Guarda le evidenze oggettive: quanto è probabile che l’evento negativo che ti spaventa possa effettivamente verificarsi? Non potrebbe invece accadere qualcosa di positivo?

b-Defusione cognitiva: Smetti di essere i tuoi pensieri.

Immagina che i tuoi pensieri siano dati che scorrono attraverso la tua mente, non sono la verità oggettiva sulla situazione. Il nostro cervello è ipersensibile alle minacce e ai pericoli perché ciò ha permesso ai nostri antenati di sopravvivere nel mondo selvaggio.

Molti di questi pensieri sono solo il retaggio di quei tempi, oggi i pericoli sono cambiati. Un esame non mette a rischio la nostra vita, ma stimola una risposta fisiologia uguale a quella che avremmo in presenza di un leone affamato.

Scegli quando credere e quando non credere ai tuoi pensieri piuttosto che accettarli tutti. Sposta l’attenzione su cose piacevoli.

c- Pratica la Mindfulness: Mettiti comodo e ascolta il tuo respiro,

l’aria entra dal naso ed esce dalla bocca, con calma, lasciati andare e rilassati, per 3-4 minuti, ora puoi iniziare ad a osservare i tuoi pensieri, guardali invece di reagire automaticamente a essi.

I tuoi pensieri sono nuvole che fluttuano. Quali ti trascinano dentro e quali ti fanno venire voglia di scappare? Esiste un modo attraverso il quale riesci a guardare i tuoi pensieri senza reagire? Rilassati e riporta l’attenzione sul respiro.

Ripeti l’esercizio di meditazione tutti i giorni, è importante che la respirazione sia diaframmatica (addominale). 4-Stai nel presente, impara a gestire la rabbia. La tua mente rigurgita il passato?

Solo perché ti è successo qualcosa di brutto non vuol dire che stia accadendo ora, né che si ripeterà.

Chiediti se le circostanze, la tua maturità e le tue abilità di coping (strategie di gestione dello stress) sono cambiate da quella volta e se sono efficaci. È improbabile che tu sia rimasto uguale ed è improbabile che nella stessa situazione reagiresti nella stessa maniera.

d- Alzati e fai:  per reagire l’unica cosa da fare è fare.

La preoccupazione per qualcosa può trascinarci in un circolo vizioso di procrastinazione e indolenza. Alzarsi dal divano, o dalla sedia dove siamo bloccati a riflettere e iniziare ad agire.

La prospettiva delle cose cambia immediatamente quando si fa.

e-Sorridi, fai esercizi:

Dallo yoga della risata, al movimento fisico all’aperto, fai attenzione a come una stessa situazione stimola emozioni che cambiano in base al tono dell’umore. L’ottimismo e il buon umore stimolano la produzione di serotonina e di tutti gli ormoni del benessere.

f-Dormi almeno 7 – 8 ore per notte

g-Rilassati e cerca di avere buone relazioni. La tensione quando si accumula diventa amica del dis-controllo e della rabbia, non scaricare sugli altri i tuoi problemi e impara a non sentirti responsabile di quelli degli altri, prenditi cura di chi ti sta vicino e che vive con te. Ama e sarai amato.

 

Attenzione anche alla salute alimentare, l’intestino e l’apparato gastrointestinale possono accusare conseguenze importanti a causa dello stress e di una alimentazione sbagliata.

Tra i sintomi più comuni che avvertiamo a seguito di un’emozione generalmente negativa, indotta da rabbia, ansia, preoccupazione frequente, ci sono ad esempio gonfiore, crampi, stitichezza o al contrario diarrea. Risultati di una contrazione innaturale della muscolatura addominale. Ma non è tutto.

Tensione emotiva e soprattutto stress inducono a una iper-secrezione di acido cloridrico da parte dello stomaco, che va a infiammare le mucose.

Una condizione che a lungo andare può trasformarsi anche in gastrite. Una contrazione della muscolatura addominale nella zona diaframmatica, invece, rallenta la digestione. Escluse tutte le altre cause che possono portare a disturbi digestivi o intestinali, quindi, un’ottima prassi per eliminare alla radice il problema potrebbe essere quella di lavorare sulle vostre emozioni, per imparare a gestirle e trovare altre valvole di sfogo che non siano dentro di voi.

Dott.ssa Fiorella Palombo Ferretti

https://www.fiorellapalombo.it/

 

CONTATTO MAIL ANPIF:    info@farmaciaepsicologia.it

Tel. 3929021162

CHIAMA IL NUMERO VERDE GRATUITO DALL’ITALIA PER PARLARE CON UNO PSICOLOGO DI ANPIF

 

Sostieni la nostra attività di aiuto, aiutaci ad aiutare

con una anche piccola donazione. GRazie.

BANCA UNICREDIT

IBAN: IT 78 E 02008 36182 000104526399

 

Psicologo in Farmacia Corso di Formazione 2 Livelli

Psicologo in Farmacia Corso di Formazione 2 Livelli

CORSO DI FORMAZIONE

PSICOLOGO IN FARMACIA ANPIF ITALIA

Corsi di 1° e 2° LIVELLO 2020

con Anpif Associazione nazionale psicologi in farmacia

PADOVA E ROMA 

PADOVA –  31 gennaio e 1 febbraio 

c/o Hotel Galileo Via Venezia, 30

 

ROMA – 7 e 8 febbraio

c/o Istituto Statale per Sordi Via Nomentana, 67

Iscriviti al corso, è una formazione indispensabile per rendere efficace l”offerta del servizio di Psicologia in Farmacia, otterrai le linee guida e la loro applicazione durante la mattina del primo giorno 4 ore, il resto delle 12 ore di formazione, 16 in tutto, sarà anche pratica in role playing.

Per utilizzare i protocolli / test e colloquio per la valutazione neuropsicologica dell’invecchiamento, le abilità cognitive, in particolare attenzione e memoria, e per la gestione dell’ansia, con la mindfulness, le tecniche di Jacobson con induzione immaginativa e immagini archetipiche da utilizzare per il radicamento e rafforzamento dell’io, sostituire alla risposta di tensione la calma e il rilassamento.

Il colloquio è una parte essenziale della gestione della relazione, dall’accoglienza fino alla restituzione finale, di orientamento, chiarificazione ed eventuale invio.

➡️ Leggi le recensioni su Anpif, li trovi nella nostra pagina facebook.

Leggi gli articoli dei giornali quotidiani che parlano di noi clicca su rassegna

 stampa.

Iscriviti! Non te ne pentirai!

– PER ISCRIVERTI ad ANPIF   CLICCA QUI

– OPPURE scarica il modulo di adesione in pdf  da compilare  QUI

IL CORSO DI FORMAZIONE PREVEDE UN BUONO SCONTO DI 150 euro

scarica la scheda di iscrizione per i costi

SE ti iscrivi entro il 25 gennaio 2020!

ABBIAMO TOLTO LA SCADENZA, PERCIÒ LO SCONTO RIMANE VALIDO.

SCARICA LA SCHEDA DI ISCRIZIONE AL CORSO per il costo. Da 450€ – 150 € = 300 +iva+2% sono  verifica nella scheda che deve essere compilata e inviata tramite email.nb& da un iiiiiiiiiiii

-Leggi il Programma, scaricalo cliccando QUI

-Scarica la scheda di iscrizione clicca QUI

➡️ Se hai già partecipato al primo livello del corso puoi partecipare al secondo livello, a partire dal pomeriggio della prima giornata di corso. Anche se consigliamo la frequenza del corso intero per tutti.

Come è strutturato il corso e cosa ottieni frequentandolo?

  • IL Corso di formazione completo con due progetti a tema specifico per le giornate di prevenzione e promozione della salute in farmacia, per psicologi e farmacisti.
  • Al primo livello sarà dedicata la mattina del primo giorno, corredata di pdf e slide per le linee guida e buone pratiche, il corso è centrato sugli approfondimenti del secondo livello.
👉Se sei di Anpif © e partecipi al corso, puoi ricevere tutto il materiale elaborato e raccolto nei 10 anni di studio e ricerca che la presidente di ANPIF ha dedicato allo psicologo in farmacia; partecipare alla formazione per acquisire le competenze specifiche per rendere strutturata ed efficace la collaborazione con la farmacia; utilizzare i protocolli per i progetti a tema.
➡️ Oppure puoi lavorare da solo, in autonomia, e ricostruire tutto da capo, decidi tu!
Sei con noi oppure no.
Sicuramente i vantaggi di essere soci ANPIF sono molteplici, di certo superano un unico svantaggio presente, ovvero di doversi impegnare per partecipare al corso di formazione e spendere del denaro, il minimo necessario, dato che i costi sono davvero esigui ed è previsto uno sconto di 150€ per chi fa l’iscrizione al corso entro il 25 gennaio 2020.
Far parte di una Associazione nazionale ed avere già tutto ciò che è indispensabile per lavorare con consapevolezza in un nuovo contesto è davvero molto.
Il corso rappresenta il primo e secondo livello è teorico e pratico, orientato alla gestione del colloquio e del servizio in modo strutturato, è previsto attestato di partecipazione di Anpif e riceverai:
1)  i file in pdf per completare le linee guida e le buone pratiche, gli aspetti giuridici e normativi, gestione del contratto, etica a confronto e conflitto di interessi …
2) tutte le slide utilizzate durante il corso
3) i protocolli e la batteria di test da utilizzare per mettere alla prova la memoria e i processi attentivi e percettivi in persone giovani e per gli screening negli over 60.
4) materiali vari.
5) esercizi strutturati per la gestione dei disturbi ansiosi, meditazione / mindfulness

Le linee guida valgono sul territorio nazionale e sono in linea con quelle definite dal CNOP – Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Psicologi in accordo con Federfarma e l’Ordine dei Farmacisti

Ti aspettiamo!

GRAZIE!

Chi ha già fatto il corso di formazione ed è socio Anpif, può partecipare gratuitamente allo stesso livello già frequentato.

Chi ha frequentato il primo livello può iscriversi al secondo, ma è consigliato frequentare anche la mattina del primo giorno che corrisponde al primo livello base, a titolo di aggiornamento e corredato di pdf  per le linee di indirizzo e le buone pratiche.

Entra a far parte anche tu della nostra Associazione e lavora con noi!